BioTI® ecopavimentazioni

Scarica la documentazione

La Fotocatalisi

La fotocatalisi È il fenomeno naturale in cui una sostanza, detta fotocatalizzatore, attraverso l'azione della luce (naturale o prodotta da speciali lampade) modifica la velocità di una reazione chimica.

In presenza di aria e luce si attiva un forte processo ossidativo che porta alla decomposizione delle sostanze organiche ed inorganiche inquinanti che entrano a contatto con tali superfici.

Il suo funzionamento imita un fenomeno naturale: 
la fotosintesi clorofilliana > trasforma sostanze ritenute dannose per l'uomo in sostanze inerti.

Il processo chimico che sta alla sua base È infatti un'ossidazione che si avvia grazie all'azione combinata della luce (solare o artificiale) e dell'aria.
I due elementi (luce ed aria), a contatto con il rivestimento delle superfici, favoriscono infatti l'attivazione della reazione e la conseguente decomposizione delle sostanze organiche e inorganiche (assimilabili a tutte le polveri sottili PM2.5 - PM10), dei microbi, degli ossidi di azoto, degli aromatici policondensati, del benzene, dell'anidride solforosa, del monossido di carbonio, della formaldeide, del metanolo, dell'etanolo, del benzene, dell'etilbenzene, del monossido e del biossido di azoto e biossido di zolfo. I fotocatalizzatori non perdono le loro proprietà con il passare del tempo, poiché agiscono solo da attivatori del processo, non si legano agli inquinanti, restando a disposizione per nuovi cicli di fotocatalisi.

Basta un irraggiamento di luce di alcuni minuti per ridurre del 75% una buona parte degli inquinanti.

I fotocatalizzatori sono efficaci sia per l'inquinamento esterno che per quello interno. Per la corretta attivazione delle superfici fotocatalitiche si prevede l'istallazione di un adeguato impianto di illuminazione che permetta l'emissione di luce nella lunghezza d'onda compresa tra 370 e 400 nm (Ultra Violetta).

Le pavimentazioni segmentali in calcestruzzo, integrato con attivatori fotocatalitici, risultando anche decisamente efficaci nella riduzione di microbi e batteri, sono particolarmente adatte per le riqualificazioni di aree cortilizie annesse a complessi di scuole materne ed elementari, fruite dai bambini nelle ore di gioco ricreativo.

BioTI ECOPAV

Paver ha messo a punto una innovativa gamma di masselli autobloccanti, il sistema BIOTi Ecopav® di terza generazione, che sfrutta le proprietà di un AGENTE FOTOCATALITICO BREVETTATO. La massima azione antismog si esplica quando vengono posate estese superfici di massello BIOTi Ecopav®, nelle aree ad alto inquinamento. Lo strato attivo dei masselli non perde le proprie capacità con il passare del tempo, in quanto l'agente fotocatalitico agisce solamente da attivatore del processo e, quindi, non legandosi con gli inquinanti, resta sempre a disposizione per nuovi cicli di fotocatalisi. Integrandosi nelle porosità dei masselli autobloccanti e lastre, È in grado di decomporre alcuni inquinanti presenti in atmosfera: ossidi di azoto (abbattimento fino all'80%) e di zolfo vengono rispettivamente trasformati in solfati e nitrati, non tossici, poi dilavati dall'azione dell'acqua piovana.  

Vantaggi

BIOTi Ecopav® di terza generazione trasforma qualsiasi superficie in materiale autopulente e ecosostenibile, che elimina in modo proattivo l'accumulo di sporco, migliora la qualità dell'aria ed elimina gli odori organici.


Vantaggi reali e immediati

  • Antinquinamento
  • Autopulente e mantenimento colori originali nel tempo
  • Antibatterico e antimuffa
  • Formazione di una superficie superidrofilica che permette una facile eliminazione dello sporco


Sostenibilità attiva

La pavimentazione BioTi Ecopav® permette una riduzione di acqua e di sostanze chimiche per la pulizia delle superfici rispettando l'ambiente ed eliminando gli sprechi.

Dove si usa

L'azione antismog di BIOTi Ecopav®, unita alle molteplici soluzioni formali disponibili, ne consente l'impiego sia nelle arterie metropolitane a intenso traffico sia nelle vie di notevole pregio architettonico e urbanistico, ma soprattutto in quella cintura viaria "storica", tipica delle città italiane, spesso aperta al flusso veicolare.

È proprio in queste aree che il costante incremento del parco auto circolante sta causando i maggiori disagi ai soggetti più deboli (anziani, bambini, persone soggette a malattie respiratorie), obbligando le Pubbliche Amministrazioni a sempre più frequenti chiusure, parziali o totali, del traffico. BIOTi Ecopav®, vista l'ampia gamma di soluzioni tipologiche e dimensionali disponibili, può essere utilizzato in queste aree per realizzare rotonde o interi assi viari, compresi i marciapiedi e i parcheggi in fregio all'area di scorrimento. BIOTi Ecopav® si presta inoltre ad essere impiegato non solo per pavimentare piste ciclabili e percorsi pedonali, ma anche aree a parcheggio o marciapiedi contigui a zone caratterizzate da forte inquinamento da traffico. I masselli BIOTi Ecopav® assicurano le stesse caratteristiche meccaniche e prestazionali dei masselli realizzati con miscele tradizionali di cemento non integrato con principio attivo fotocatalitico, pertanto possono essere utilizzati anche nelle condizioni applicative più gravose.

L'azione antismog di BIOTi Ecopav® consente l'impiego dei masselli trattati con finitura fotocatalitica in:

  • Strade urbane a intenso traffico 
  • Interventi di traffic calming 
  • Rotatorie 
  • Parcheggi piste ciclabili 
  • Marciapiedi e spartitraffico